VALLE DELLA LOIRA: CASTELLI, NATURA E BUONA TAVOLA

Scoprire una delle regioni più belle della Francia settentrionale, antica dimora di re e intellettuali

Regione francese che porta il nome del fiume che la attraversa, la Valle della Loira è la tipica meta turistica per chi ama muoversi ogni giorno alla scoperta della storia e dei segreti di un territorio.
Paesaggi lussureggianti, tra vigneti e corsi d’acqua, piccoli borghi medievali e rinascimentali, buona tavola e ospitalità: questa valle è un luogo così affascinante e unico da rientrare a buon diritto tra i patrimoni dell’UNESCO.
Sono soprattutto i castelli, più di 300, a rappresentare la vera attrazione di punta dell’area. Le prime opere di fortificazione risalgono al X secolo. Da allora, le cose sono cambiate molto, soprattutto grazie alla presenza dei regnanti di Francia nell’area, fino a Francesco I, che scelse di trasferire la propria residenza e insieme ad essa, il centro del potere, nella capitale Parigi.
Con Luigi XIV, poi, il passaggio fu definitivo, a seguito della costruzione della Reggia di Versailles, che attirò a sé la nobiltà fino ad allora rimasta nella Valle della Loira.
I castelli rimasero come residenze estive e non vennero certo abbandonati a loro stessi: oggi sono ancora conservati in un perfetto stato e costituiscono indubbiamente il cuore della vita turistica del territorio.
Uno dei più famosi e imperdibili, è senza dubbio il Castello di Amboise, uno dei centri del potere dell’epoca. L’edificio è un magnifico esempio di trasformazione da severa fortezza medioevale a elegante palazzo rinascimentale. Particolari i giardini sulle terrazze, che offrono uno splendido panorama sul fiume e sulla vallata circostante. Vale una visita anche la cappella Saint-Hubert dove riposano i presunti resti di Leonardo da Vinci.


Sempre legato alla storia del grande genio italiano, merita una visita il Castello di Clos Lucé, dove visse i suoi ultimi tre anni di vita prima di trasferirsi proprio ad Amboise, ai tempi corte di Francesco I. Nel castello troviamo un vero e proprio parco culturale con reperti e testimonianze dell’opera artistica e ingegneristica di Leonardo Da Vinci: da vedere, la sua camera totalmente restaurata, la sala del Consiglio, la cappella con gli affreschi dipinti dai suoi discepoli e 40 delle sue invenzioni.

















Tra i castelli più importanti troviamo anche Villandry, situato nel cuore di tre livelli di giardini a terrazza. Davvero incantevole il Giardino d’Acqua, chiamato così per le numerose fontane e laghetti. Per molti, un autentico paradiso, per il senso di pace e tranquillità che trasmette. Notevole anche l’orto del castello che mescola assieme fiori ed ortaggi in un disegno a scacchi.

















O ancora, il Castello di Azay-le-Rideau, situato su un'isola nel mezzo del fiume Indre. Circondato da splendidi giardini, rappresenta un esempio perfetto del rinascimento francese, sia dal punto di vista architettonico sia dei decori interni. Ma quello che lo rende davvero unico e speciale è visibile con un solo sguardo: pare davvero sospeso nell’acqua.

















La Valle della Loira è anche sinonimo di buona tavola e soprattutto buon vino. La regione offre infatti un’ampia varietà di bianchi secchi o frizzanti, rossi novelli o invecchiati. E tra i numerosi piatti tipici, impossibile non assaggiare il Matelote d’anguilles, lo spezzatino di anguille cotto in salsa al vino rosso, funghi champignon e cipolle e la Sandre au beurre blanc, il filetto di pesce della Loira al burro.
Assolutamente imperdibili anche le tante varietà di formaggio di capra e di dolci, di cui due famosissimi e proprio originari della zona: la Tarte Tatine e le Madeleine.
Ideale da visitare tra maggio e ottobre, la Valle della Loira offre davvero un’esperienza memorabile in grado di coinvolgere tutti i sensi, con i suoi colori sgargianti, i profumi dei giardini fioriti, i morbidi manti erbosi, la quiete paradisiaca e i sapori indimenticabili.